Per questo rilascio si è dato ampio spazio al miglioramento delle funzionalità già presenti nel programma, ma non mancano le novità.

Senz’altro si avverte una generalizzata velocizzazione dei comandi dovuta anche alla risoluzione di alcuni bug legati all’adattamento automatico dell’altezza delle celle a livello di LibreOffice. Velocità che si apprezza soprattutto nell’importazione da altri formati e con file di più grandi dimensioni.

Al ventaglio di comandi che supportano il professionista nel lavoro di progettazione o contabilizzazione dei lavori si aggiungono Filtro Descrizione (CTRL+SHIFT+D) e Hyperlink (CTRL+SHIFT+H).

Il Filtro Descrizione consente di visualizzare le sole voci contenenti righi di misurazione con una determinata descrizione digitata attraverso una finestra di dialogo.

Il comando Hyperlink, appunto, converte in hyperlink, se conforme, la stringa immessa nella colonna B di fianco ad un rigo di misurazione e la sostituisce con il testo “LINK”. Questa è un’utilissima opportunità che permette di “legare” il rigo di misurazione interessato ad una specifica foto o documento, oppure ad una cartella del PC da richiamare all’occorrenza. Ricordo che le celle della colonna B, quando non sono destinate a contenere l’Articolo di Elenco Prezzi (e la data nel caso della contabilità), hanno attributo no print, quindi il loro contenuto non sarà stampato e non sarà conservato in un eventuale documento esportato verso il formato XPWE.

Il comando Rigenera Formule già presente nel menù Viste  è stato abilitato e la sua finalità è quella di riscrivere le formule principali del foglio quando ci rendiamo conto che sono state inavvertitamente manomesse. A tal proposito ricordo che è molto utile, in fase di compilazione degli elaborati, tenere acceso il Evidenzia Valori (Ctrl+F8) sotto il menù Vista di Calc. Una volta attivato, colora il contenuto delle celle a secondo del tipo: nero per le stringhe di testo, blu per i valori numerici e verde per le formule. Personalmente non riesco a farne a meno perché mi dà immediatamente cognizione di eventuali presenze anomale nelle celle.

Questi comandi, anche se non di grande rilevanza, si scoprono presto indispensabili.

Lacronimo DCC (Documento di Contabilità Corrente) è sostituito con DP (Documento Principale) per una migliore disambiguazione. Il nome del DP, quando impostato, compare in testa ai principali fogli di lavoro.

Continua il miglioramento della compatibilità con il formato XPWE, consistente, più che altro, nell’ampliamento delle casistiche previste tra le modalità di immissione dati degli utenti Primus; gli utenti in genere sono molto fantasiosi ed io non faccio eccezione.

Migliorata, infine, la contestualizzazione delle toolbars.

Per questo rilascio lo staff consiglia l’uso di LeenO con LibreOffice 6.4.2 o successivo.

Note di versione 3.20.2.

Canale Telegram.

Se vuoi garantire a lungo l'esistenza di LeenO, contribuisci ai suoi costi di gestione e mantenimento prendendo in considerazione la possibilità di fare una donazione, in modo da sostenerne e gratificarne lo sviluppo. 

LeenO
LeenO
LeenO-3.20.2.3.oxt
Version: 3.20.2.3
3.9 MiB
274 Downloads
Dettagli