Perché LeenO possa essere installato c’è bisogno di:

1. Prendere l’estensione (add-on) LeenO.oxt disponibile nell’area download

2. IMPORTANTE! Il pacchetto dell’estensione deve avere nome LeenO.oxt.
Se per qualsiasi motivo questo file ha un nome diverso da LeenO.oxt, va rinominato come detto, rispettando maiuscole e minuscole.

3. Un computer sufficientemente veloce e con almeno 2 GB di RAM.

4. Una versione Still di LibreOffice.
E’ noto che è considerata stabile, quindi più indicata per la produzione, la versione che porta come numero di minor release il 4 o superiore: ad es. 3.6.4, 4.2.5 e così via.
Dal sito di LibreOffice si legge: “N.B. Il terzo numero del rilascio indica un aggiornamento del rilascio stesso (il numero varia da 0 a 7). Pertanto se desiderate una versione con nuove caratteristiche, ma meno testata, potete scaricare una versione con il terzo numero di rilascio più basso; se desiderate una versione con caratteristiche più datate, ma più testata e stabile scaricate invece una versione con il terzo numero più alto.”

5. Su sistemi Linux, installare il bridge Python-UNO ed il provider di scripting Python (python3-uno e libreoffice-script-provider-python) che permettono a LibreOffice di leggere ed interpretare il linguaggio Python con cui è scritta una parte di LeenO. Potete utilizzare qualsiasi gestore dei pacchetti di installazione o lavorare su terminale.

Ad esempio, da terminale, su sistemi Linux derivati da Debian, la riga di comando è questa:

in cui “$” indica il prompt dei comandi e, per questo, non va digitato.

Info su https://pypi.python.org/pypi/unotools

6. Abilitare l’uso delle macro in LibreOffice scegliendo almeno il livello di sicurezza Medio dal pannello Opzioni>LibreOffice>Sicurezza.


screenshot-2016-10-06-00-24-11L’installazione di LeenO è piuttosto banale: è sufficiente avviare il file LeenO.oxt ed accettare le condizioni della licenza, selezionando il pulsante Solo per l’utente corrente.